Complaints IT

Reclami

Ogni Cliente può rivolgersi alla Link Finanziaria per eventuali reclami, contestanti il comportamento, anche omissivo, in relazione ai servizi offerti.

A tal fine Link Finanziaria ha istituito presso il proprio Dipartimento Legale, l’Ufficio Reclami.

Attraverso il reclamo il cliente può segnalare comportamenti che ritenga scorretti ovvero delle irregolarità inerenti il credito. Gli eventuali reclami devono essere fatti pervenire, in forma scritta, ai recapiti e secondo le modalità di seguito indicate:

  • Con lettera raccomandata A/R indirizzata all’ “UFFICIO RECLAMI” di LINK Finanziaria S.p.A. – Via Ostiense n. 131/L, 00154 – Roma
  • Con comunicazione via posta elettronica inviata alla casella reclami@linkfinancial.eu, che è gestita direttamente dal personale dell’Ufficio Reclami
  • Con comunicazione via posta elettronica certificata (PEC) alla casella linkfinanziarialegale@legalmail.it ovvero a mezzo fax al numero 064 521 7905

Il reclamo deve contenere una descrizione specifica e quanto più dettagliata e, al fine della sua trattazione, devono essere presenti i seguenti elementi:

  • Le generalità del ricorrente (nome, cognome, luogo e data di nascita, indirizzo di residenza, codice fiscale)
  • La firma autografa o firma elettronica certificata, con invio di copia di un documento di identità
  • La delega a firma del cliente, nelle ipotesi in cui il reclamo sia presentato da parte di un rappresentante che agisca per conto del cliente
  • L’Oggetto del reclamo ed i relativi motivi
  • L’indicazione del soggetto creditore e del codice identificativo del rapporto contrattuale interessato dal reclamo
  • Il consenso al trattamento delle informazioni ex D. Lgs. 196/2003
  • Ogni ulteriore informazione e/o documentazione utile.

Link Finanziaria non considera reclami le richieste di dati, di documenti, informazioni e consulenza, i quesiti normativi nonché le richieste che non contengono contestazioni di qualsivoglia natura.

Link Finanziaria si impegna a rispondere ai reclami pervenuti, entro trenta giorni dalla loro effettiva conoscenza. Una volta che il reclamo sia stato riscontrato, le segnalazioni sul medesimo oggetto successive alla prima non saranno prese in considerazione, a meno che non intervengano novità sostanziali.