Esternalizzare le attività di gestione e recupero del credito: 4 aspetti da considerare per sviluppare una partnership vincente

Esternalizzare le attività di gestione e recupero del credito: 4 aspetti da considerare per sviluppare una partnership vincente

 

 

 Return to Main News page

 

 

 

 

Negli ultimi decenni centinaia di credit managers hanno deciso di esternalizzare le attività di gestione e recupero dei crediti delle proprie aziende. Queste imprese operano oggi all’interno di un ecosistema collaborativo che va oltre il mero rapporto tra venditore e fornitore, avendo sviluppato partnership di successo nei rispettivi ambiti di specializzazione.

I seguenti aspetti sono elementi caratteristici di una partnership vincente, in quanto consentono alle imprese di:

  1. Concentrare le proprie risorse sulla generazione di valore per gli azionisti – grazie alla collaborazione con un partner esterno nelle attività di gestione e recupero del credito, le imprese possono focalizzare le proprie risorse e investimenti su attività finalizzate all’ ottenimento di vantaggi competitivi e quindi al miglioramento dei propri margini. Lo svolgimento di attività di gestione e recupero crediti “in-house” può richiedere ingenti investimenti in infrastrutture – come l’acquisto e la gestione di una piattaforma tecnologica per gestire la contabilità clienti, oppure l’assunzione del personale per farla funzionare. Grazie all’ esternalizzazione delle proprie attività di gestione del credito, le imprese potranno evitare investimenti costosi, e quindi destinare tali risorse finanziarie ad attività che generano crescita e nuovo fatturato, accelerando il processo e il ciclo di commercializzazione dei propri prodotti e servizi. Tutto ciò contribuirà in modo diretto e indiretto alla creazione di valore aziendale.
  2. Accedere a competenze altamente specializzate, come e quando serve: i settori industriali che offrono prodotti e servizi ad individui e famiglie sono soggetti ad una normativa comportamentale e deontologica sempre più rigida. Ciò richiede di sviluppare notevoli capacità lungo l’intera filiera della governance, del rischio e della compliance. Tuttavia, l’assunzione di risorse a presidio del rischio, della compliance, dell’ internal audit, del controllo della qualità, etc può essere estremamente costosa. La richiesta per questo tipo di talenti è alta, specialmente per professionisti con provate capacità. Ulteriori competenze – quali professionisti con esperienza nella gestione dei reclami verso gli enti preposti (garante della privacy, agcom, etc), o abituati a gestire clienti vulnerabili – possono essere molto difficili da trovare. Una partnership di successo rende tutto ciò immediatamente disponibile, ad una frazione del costo di assunzione interna.
  3. Sapere che i clienti vengono gestiti professionalmente – Aziende e banche sono oggi perfettamente consapevoli dei rischi che affrontano tutti i giorni – rischio di compliance, rischio di reputazione, gestione del rischio di terzi, sono tutte aree di particolare attenzione. Esternalizzare la gestione del credito ad un partner esperto e altamente qualificato si traduce in un servizio su misura nell’ approccio al cliente, finalizzato a soddisfare le esigenze specifiche del business, in ottemperanza alla normativa sulla compliance. Tutto ciò supportato da processi di gestione dei dati affidabili e protetti. Il risultato finale è che tutti gli obblighi normativi vengono rispettati in modo efficiente, e la reputazione del business viene preservata grazie a un servizio di gestione clienti professionale e specializzato.
  4. Esercitare una scelta strategica: per sviluppare un partnership di lungo termine, banche e imprese dovrebbero valutare con attenzione e comprendere profondamente la cultura e i valori del potenziale partner, orientando la scelta in base anche a raccomandazioni fornite da aziende con cui quel rapporto di partnership è già stato sperimentato con successo.

Quando si stabilisce una partnership con un fornitore di servizi di gestione del credito, è essenziale verificare l’esistenza di queste funzionalità. L’azienda committente dovrà assicurarsi che il potenziale partner è in grado di dimostrare provate capacità in ognuna di queste aree.

Affrontata correttamente, l’esternalizzazione della gestione del credito al giusto partner può trasformare l’approccio di un’impresa nei confronti dei propri mercati, e accelerare la sua capacità di crescita. Un marchio forte, rapporti positivi e costruttivi con garanti e legislatori, aumento dei ricavi, maggiore agilità e una leadership focalizzata sui vantaggi competitivi dell’azienda sono solo alcuni dei benefici potenziali che una partnership di successo potrà produrre.